Tell a Friend




Google



"Questo sito non rappresenta una testata giornalistica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001"






  precedenti  
              Guardaqui e Senza Risposta


                    NO ALL'UEISMO

 

                Facebook
     
                Twitter                                                          
                  
                                       


-------------------------------------------------------------------


la Morte UEista scacciata dall'Inghilterra

...andato a letto con il tripudio di Porta a Porta e SkyTg24 (assieme a tutte le radiotelevisioni) per la sconfitta del Brexit,mi sono risvegliato con RadioTiranauno che piangeva (sconvolta) perché la Morte UEista era stata scacciata dall'Inghilterra...
Dal popolo e con un voto referendario con altissima partecipazione di votanti,tanto per essere precisi sulla rappresentatività sostanziale.
Quello stesso voto che,con suprema arroganza politica e mediatica, tutti i media generalisti del regime partitocratico stanno offendendo mediante la tribuna offerta alla "trimurti UEista" (Monti,Prodi e Napolitano) autori del misfatto euro che ci sta affamando.
E che,tanto per sgombrare il campo alle speranze di vedere il popolo italiano chiamato pure esso a scegliere per una Italexit eventuale,hanno sentenziato che "queste decisioni sono troppo importanti per farle dipendere da un si od un no".
Ovvero : siamo un popolo di sottosviluppati incapaci di distinguere "bene e male" nelle tematiche che contano davvero.
Per rispetto alle testate che volessero (in nome del pluralismo e condividendo o meno)  ospitare la presente,mi astengo dal commentare tali sentenze...lo faccia il lettore.
Scritto quanto sopra,non mi lancerò in sofisticate e faziose analisi (peraltro non ne sono capace) ma vado subito al sodo.
L'Inghilterra è andata al voto liberamente e senza vincoli costituzionali (come in Italia) : il popolo si è espresso per l'uscita totale dalla Unione Europea e da tutti i vincoli che essa comporta...tutto il resto non conta,si deve solo attuare la volontà popolare.
La dittatura economica e politica di Bruxelles,il famigerato UEismo, è stato gravemente colpito nel cuore economico del suo impero...Londra !!
Oggi scappa a Bruxelles sperando che altri governi non seguano l'esempio di Cameron indicendo una democratica consultazione dall'esito nefasto per la propria sopravvivenza.
Ebbene,oggi mi sento di prevedere questo :
o gli UEisti faranno votare i popoli europei sulla adesione alla Unione,lasciando loro l'ultima parola,oppure creeranno un disastro politico ed economico tale che verranno abbattuti dalla piazza,in Italia ed altrove...sarà soltanto questione di tempo.

Grazie per l'attenzione
                                                               24.06.16


--------------------------------------------


Etna : Patrimonio oltraggiato

Eh,no..non ci sto !! Sulle "schifezze sull'Etna" (discariche,incuria,sporcizia ed amenità varie) sembra quasi abbiano scoperto tutto gli "stranieri" Giada ed Enrico...che,inviate e postate le loro sacrosante osservazioni a chi di dovere e sui social,hanno "smosso le acque" della "indignazione" indigena.
Centinaia di consensi  al post che ha denunciato il misfatto ed oggi le repliche verbali dell'Ente Parco dell'Etna e dei sindaci di Belpasso e Randazzo su La Sicilia...
Peccato che proprio Tony Zermo ed il quotidiano di Catania (ed Isola tutta) abbiano  condotto vere e proprie battaglie per evidenziare le "sconcezze" segnalate oggi dai due meritevoli turisti...per anni,mica solo una volta, ci si è rivolti alle competenti istituzioni per porre un freno allo "schifo" dell'abbandono e della incuria del Vulcano e di tutte le infrastrutture collegate. E,dopo la attribuzione del "Patrimonio dell'umanità", sempre La Sicilia ha messo in guardia dalla concreta possibilità di perdere il titolo.
Questo per precisone di informazione...poi,per mio personale autoriconoscimento, rivendico di avere segnalato l'andazzo diverse volte nel decennio scorso (anche con foto allegate) e pure essendo ospitato nella rubrica apposita.
Senza particolare amarezza mi ricordo di non avere trovato alcun pubblico sostegno alle mie segnalazioni, nessun "indignato" mi venne a supporto...ma tant'è, io scrivo quel che reputo vada segnalato,non cerco sicuramente "consenso" politico o di immagine.
Ritengo grave,invece, che siano "passate in carrozza" le tante campagne di sensibilizzazione e denuncia di Zermo e de La Sicilia...se siamo nuovamente allo stesso punto (fermo) vuol dire che neppure la stampa riesce a "smuovere le acque".
Come,purtroppo,dimostrato anche per TUTTE  le altre "manchevolezze" catanesi e siciliane. 

Grazie per l'attenzione
                                                                   17.06.16



-----------------------------------------------



SAC (aeroporto di Catania) : lo scenario libanese

"Lo scenario" Sac ha titolato Tony Zermo il suo lungo articolo per (tentare di) spiegare ai lettori de La Sicilia cosa stia avvenendo nella lotta per la "privatizzazione e quotazione in Borsa" dello aeroporto di Catania.
Nelle e tra le righe (numerose,per i suoi metri di comunicazione) il Nostro giornalista ha fatto capire come risolvere il problema dello scalo di Fontanarossa sia piú complicato e difficile della elezione del Presidente del Libano...che,per quanti non lo sapessero,viene eletto grazie ad una miscellanea di proporzioni etnico-religiose e politiche in confronto alla quale impallidiva pure il Manuale Cencelli di democristiana memoria.
Dalla parole di Crocetta,Bianco,Riggio sembrerebbe che il prossimo "vertice" tra i tre   dovrebbe portare ad "individuare il percorso da seguire" per arrivare alla soluzione ma tenendo presente che si devono aspettare le decisioni della Sac (la società concessionaria dei servizi aeroportuali) e che i Ministeri interessati sono piú di due...
Considerando che,nella pagina precedente,l'ottimo Mario Barresi aveva tratteggiato il percorso necessario per la nuova governanza della stessa Sac (con elezioni e nomine nelle tre Camere di Commercio interessate) etc.,etc..confesso di aver rinunciato al tentativo di capire "cosa" esattamente stia succedendo e "quali" siano i veri interessi dietro questa storiaccia tutta siciliana.
Si,proprio tipicamente "nostrana"...visto che tutti gli altri scali italiani hanno trovato il proprio "equilibrio di proprietà e gestione"...resta fuori soltanto la Sac con l'aeroporto di Catania !!
Come finirà ?? Credo neppure Zermo possa ipotizzarlo,ma non promette affatto bene...
A proposito,ma non vuole essere certo una ipotesi auspicabile,ricordo che in Libano (alla fine) i Presidenti li eleggono...ma poi,spesso,li ammazzano pure.
                                                       
                                                                                    08.06.16

-----------------------------------------


Elezioni amministrative 06.06.16

Astensionismo : il vero vincitore delle elezioni continuino pure politici e soci dei media ad ignorare il rifiuto del ‪#‎regimepartitocratico‬


ti senti rappresentato da questi servi del regime partitocratico ?? ....#nonvotare !!😊


----------------------------------------------------


Guai a chi "ruba" la bandiera UEista

"un luridume degno di Stalin presentare il candidato di Casa Pound,Simone Di Stefano,assieme ai mafiosi come "impresentabile"..perché "arrestato nel 2013 per aver rubato e distrutto la bandiera della UE nel corso di una manifestazione". L'Italia che impartisce lezioni di "democrazia" all'Egitto è questa...vomitevole !!"

Questo il mio commento di gettito su social ed a indirizzi media generalisti (Sytg24 e Rai in testa) che hanno propagato la notizia dello "impresentabile" di Casa Pound,associandolo subdolamente (come peraltro ha fatto per prima la commissione parlamentare presieduta dalla Bindi) alla mafia & socie...
Ora lo invio alle testate in indirizzo...
Pure chi non abbia nulla a che vedere con Casa Pound e la abbia pure in avversione dovrebbe (secondo me) stigmatizzare questo attentato alla libertà elettorale di un movimento politico e della singola persona..Simone Di Stefano !!

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello 

P.s. rifaccio presente,per quanti non lo sapessero,di NON essere aderente di Casa Pound e di essere astensionista dichiarato.
Quindi non ho "conflitti di interesse"...
                                                                             01.06.16



-----------------------------------------------



Favor : lo scudo dell'impotenza (voluta)

Nessuno,neppure il piú incallito xenofobo (o presunto tale) dovrebbe essere rimasto insensibile alla vista (fotografica e televisiva) della piccolissima bambina salvata dal naufragio dei giorni scorsi nel "Mar Lorum".
Tutti,mi voglio augurare,riteniamo che i bimbi  vadano tutelati ad ogni costo da guerre,fame e tragedie varie come le pericolosissime "traversate" del Mediterraneo...che tali non dovrebbero essere considerando il fatto che,appena partiti barconi e gommoni,i migranti lanciano Sos programmati per avvisare le vedette della  "raccolta in mare".
Chiaramente,una volta ammassati, gli occupanti diventano a rischio e capovolgono spesso le imbarcazioni per la troppa (giustificatissima) "ansia da recupero", dando vita alle "tragedie del mare".
E così,strizzati tra il dovere di "obbligo di salvataggio" degli equipaggi incaricati e la umana comprensione per quanto avviene, perdiamo la capacità di analizzare il perché non si sia in grado di porre freno al "fenomeno migrazione".
In Italia specialmente, visto che da noi arrivano tutti "via mare"...dalla Libia quasi sempre.
E qui inizia l'ipocrita gioco delle parti tra il nostro governo, l'Unione Europea, l'Onu, la Nato e persino il jihadismo libico...tutto supportato da gran parte dei media.
Altrove, nell' Europa Centrale e dell'Est (ma pure a Calais), hanno innalzato muri di filo spinato ed usato le maniere forti per limitare l'afflusso incontrollato di profughi ed affini...in Italia non è possibile perché è il Mediterraneo il confine : l'acqua dove è obbligo morale ed internazionale salvare chi si trovi in difficoltà.
Già a suo tempo, non appena iniziati i viaggi, avevo indicato la soluzione piú ovvia per fermare esodo e stragi di innocenti : bombardare e distruggere le imbarcazioni ed i depositi dei trafficanti "prima" dell'uso,agli attracchi od in spiaggia.
Io, come tanti altri, fummo ignorati dalle autorità e dai media generalisti e pure segnati come "guerrafondai ignoranti".
La Libia era nel caos e le leggi internazionali vietavano qualunque intervento militare.
Supreme balle,per coloro (tantissimi) che non hanno l'anello al naso e seguono l'informazione libera...il caos lo avevamo creato noi occidentali aggredendo Gheddafi ed ammazzandolo brutalmente servendoci dei tagliagola di oggi.
In totale violazione delle leggi internazionali,peraltro.
Ma,faccio appello alla attenzione dei lettori, già da due mesi la Libia ha un "governo legittimo", imposto dall'Onu, dagli Usa, dalla UE e pure dall' Italia con la forza e senza alcuna "elezione democratica".
Al Sarraj, il presidente, tale è perché sostenuto con le armi da truppe americane, inglesi, francesi e (si dice) pure italiane.
Allora, come la mettiamo ??
Visto che ora siamo "alleati" perché non gli diamo una smossa ??
Abbiamo di tutto davanti le coste della Libia : navi da guerra, marò, elicotteri, droni, cacciabombardieri, persino aerei radar...
Gli altri stati occidentali fanno quel che vogliono, quando vogliono e come decidono loro...per una volta perché l'Italia non usa il suo potenziale militare autonomamente per difendere i propri confini da questa potenziale invasione (ci sono 400.000 migranti ammassati in Libia) ??
Non dobbiamo attaccare nessuna postazione militare libica alleata, o colpire civili innocenti... solo barconi alla fonda e gommoni prima che ci salgano i migranti....
Se ci dormisse qualche trafficante di povera gente, avremmo pure fatto un'opera buona !!
Chi ci governa non può sempre farsi scudo dell'immagine della piccolissima Favor di turno...

Grazie per l'attenzione
                                                            28.05.16


---------------------------------------------------


RadioTirananchio gracchia ma non ascolta


RadioTirananchio impazza in vista delle prossime amministrative a Roma ed altre importanti città...ogni giorno ospiti "illustri" e meno famosi ci deliziano per due ore con approfondite analisi sui mali delle precedenti amministrazioni e sulle taumaturgiche ricette dei candidati (vecchi e nuovi) che rimetteranno tutto a posto.
Zanchini,fior di conduttore esperto in cabotaggio radiofonico,a tutti offre una ribalta per rispetto della "par condicio" partitica....tranne che agli astensionisti !!
Ignorando (come del resto tutti gli altri suoi colleghi di RadioTiranauno e pure televisivi) che almeno metà degli italiani non votiamo piú (a Bolzano ieri il 60% di astensionismo),si permette pure di dare lezioni di civismo democratico citando o dando la parola ad "illustri" personaggi che invitano "a votare in ogni caso".
Magari glissando sul fatto che,per gli astensionisti,quelli nominati siano feccia da cui stare lontano proprio perché esponenti della partitocrazia corrotta e corruttrice.
Resta il fatto,incontrovertibile,di come sia possibile che,in un "servizio pubblico",non si trovi un solo ospite che rappresenti il variegato mondo del #nonvotare....
O meglio,la risposta è elementare :
RadioTiranauno è emittente del regime partitocratico,si pretende forse che dia spazio a quanti non ci credono piú ??

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello

P.s. le testate che volessero ospitare questo "sfogo" probabilmente si ritroverebbero messe all'indice tra quelle che fomentano il "populismo qualunquista"...io invece le ringrazio anticipatamente perché,magari non condividendone il contenuto,darebbero una ulteriore prova che il pluralismo ancora esiste in Italia.
Escludendo,ovviamente,la Rai e tutte le emittenti generaliste...

                                                                                  26.05.16

--------------------------------------------------



Kerry vuole morto Assad

Kerry,alle trattative di Parigi sulla Siria, ha minacciato Assad e la sua gente : "il Presidente ed i suoi mai al sicuro senza la pace". 
Quella pace che vogliono imporre gli Usa ed i suoi servi Nato e musulmani alla Erdogan : la frantumazione della Siria ed un governo fantoccio a Damasco.
I precedenti sono effettivamente sinistri,per quel che hanno realizzato dove posti in essere : Afghanistan,Irak,Libia e Siria (tratto solo quelli piú eclatanti) sono il manuale della perfetta "crociata" occidentale : al posto di "Dio lo vuole" è la bandiera della "democrazia occidentale" in città e territori così lontani e diversi dalla nostra civiltà (si fa per dire) che avrebbe dovuto sventolare.
Lascio perdere l'analisi delle (risapute) ragioni economiche che stanno dietro ad ogni crisi politica e militare che "collassi" un qualunque stato nel mondo (Venezuela,ad esempio),ricordiamo cosa sian gli stati sopra citati alla data di oggi.
L'Afghanistan liberato e con un parlamento democratico ?? Usa e Nato hanno dovuto evitare il ritiro promesso da Obama...intere provincie sono sotto il controllo dei Talebani.
A Kabul non è sicura neppure la "zona rossa" delle ambasciate..(se) appena l'ultimo yankee abbandonerà il territorio,i Talebani spazzeranno le forze (??) armate afghane in pochi giorni. Al massimo troveranno opposizione nei nuovi adepti dello Stato Islamico che hanno messo da tempo gli occhi   dove non dovrebbero (il figlio di Bin Laden auspica un passaggio di tutti i jihadisti sotto Al Baghdadi).
Peggio ancora in Irak...malgrado decenni di invasione crociata e miliardi di dollari investiti in addestramento ed armi,il governo di Baghdad arranca nella "riconquista" di Mosul e del territorio nazionale sotto controllo del Califfo. Fatto sta che la presenza della numerosissima comunità sciita al potere non basta a sanare la irreparabile frattura con i sunniti (almeno una gran parte). Se non fosse per le milizie filo iraniane (con gli aerei e soldati Usa) le bandiere nere sventolerebbero a Baghdad tra migliaia di teste tagliate e mausolei e monumenti violati.
Tutto frutto,lo ripeto per l'ennesima volta,della aggressione a Saddam Hussein ed al suo conseguente omicidio. Lo sapevamo tutti,tranne i cervelloni,che la sua fine avrebbe portato allo status quo.
Stessa storia,come da copione,in Libia.."primavera araba" contro Gheddafi e subito bombardamenti Nato sulla testa,fino al suo assassinio.
Frantumazione di fatto,governo fantoccio insediato a Tripoli e ribelli ovunque,per tutti i gusti..persino un Califfato a Sirte !!
Ultima,ma prima per importanza,la Siria...ai filoccidentali la "primavera" del 2011 non portò la vittoria e le teste di Assad,degli alawiti e dei cristiani. L'esercito popolare siriano non si sfaldò e si strinse accanto al Presidente Assad... resistendo alla marea di mercenari e tagliagole stranieri scaraventati in Siria da ogni parte del mondo. Oggi,con il determinante aiuto degli alleati russi,iraniani ed hezbollah, il legittimo (per l'Onu) governo di Damasco tenta di riprendere il controllo di tutta la Siria.
E quì torniamo a Parigi : gli Stati Uniti minacciarono sia Saddam come pure Gheddafi di morte se non si fossero arresi alle  "forze democratiche". E,visto che entrambi non lo fecero,procurarono il loro assassinio...pure in mondovisione.
Al Colonnello libico ammazzarono anche figli e tribù...tanto per essere sicuri.
Ieri Kerry ha reiterato ad Assad la minaccia di morte (tradotta) : se non te ne vai ( in esilio in Iran) uccideremo te,la tua bella e coraggiosa moglie,la tua famiglia e persino la tua "gente"  (alawiti,sciiti,drusi e cristiani che lo sostengono).
Bashar al Assad non cederà,ne sono sicurissimo...resterà con il suo popolo che lo ha eletto e confermato in grande maggioranza. Combatterà fino alla vittoria od alla morte...per la Siria unita e con gran parte dei siriani che combattono assieme a lui.
Kerry si può mettere l'animo in pace...persino se Putin (follemente) mollasse il fedele alleato  gli Usa non vincerebbero proprio niente !!
Esattamente come in Afghanistan,Irak e Libia..
                                                                                       18.05.16


--------------------------------------------------


13.05.16


sullo Stretto traghetteremo in funivia

"Funivia dello Stretto",se non fosse una progettazione seria avrei pensato ad una proposta di Crozza per risolvere (a chiacchiere) l'eterna querelle del collegamento stabile tra Sicilia e Calabria.
Invece ieri,a Milano, l'ingegnere messinese Achille Baratta e lo strutturista Massimo Majowiecki hanno esposto alla stampa il loro progetto di una funivia situata a 70 metri sopra il livello del mare per "unire" Messina a Reggio Calabria.
L'opera andrebbe ad inserirsi nell?ottica di una ?metropolitana leggera? per collegare la stazione marittima peloritana all?aeroporto reggino in 15 minuti (???) ed avrebbe un costo di circa 850 milioni di euro.
Dettagli tecnici e fattibilità sarebbero certificati dalla professionalità stessa degli autori,presentati dalla stampa come due autorità in materia.
Già alcuni quotidiani nazionali hanno dato risalto al progetto che,nelle intenzioni,andrebbe a seppellire quello del Ponte ferroviario e stradale...irrealizzabile (secondo gli oppositori) per pericoli vari (mafia compresa) e costi stratosferici (vale solo per il Sud).
Detto che,sempre secondo ciò che ho letto,in comune le due "meraviglie" avrebbero il solo fatto di divenire "polo di attrazione turistica",mi sorgono i primi dubbi...
In una città (Messina) che,malgrado la presenza del sindaco piú ambientalista e rivoluzionario d'Italia,ha prodotto le tariffe di traghettamento piú care d'Italia,dove la linea tranviaria ha avuto un parto trentennale e neppure so se funzioni a regime, ove il porto che doveva servire al collegamento rapido con il Continente è (quasi) sempre interrato, ove i tir diventano pericolosi killer delle strade urbane, dove manca l'acqua potabile per settimane intere, dove etc.,etc..si realizzerà una "metropolitana leggera" che collegherà la Stazione Marittima (già di fatto dismessa dalle 20 alle 6 dalle Ferrovie di Stato) con l'aeroporto di Reggio Calabria ??
In 15/20 minuti e mediante tensostrutture di ultimissima generazione ??
Queste ultime non so cosa siano,ma so che l'aeroscalo reggino è praticamente obsoleto ed inutilizzato per impossibilità territoriali e strutturali.
A che servirebbe l'avveniristico collegamento se non parte (ed arriva) nessuno ?
I turisti avrebbero una meravigliosa visuale da 70 metri di altezza ?? 
Certo,tanto loro verrebbero una sola volta a provarla...ma i siciliani (e calabresi) che utilizzassero la funivia per cosa dovrebbero salirci ?? Con i bagagli al seguito per riprendere un treno successivamente ? Vecchi,donne e bambini al seguito ??
Auto e tir,evidentemente,continuerebbero a far file agli imbarchi con perdita di ore e saccheggio di euro elargiti ai privati....
Va bene,la avrei dovuta prendere piú alla leggera e non con la rabbia di un convinto sostenitore della necessità del Ponte...
E poi,siamo sinceri,nessuno (specie in Sicilia e Calabria) può credere che si realizzeranno mai...ma quale Funivia dello Stretto !!
                                                                                                     11.05.16


-------------------------------------------


Isis...bandiera nera sul Chiapas ??

Approda in Messico la "caravella Al Baghdadi",esattamente nel Chiapas del mitico  "subcomandante Marcos" di rivoluzionaria memoria...e pianta il vessillo nero dello Stato Islamico in quella terra tanto lontana da Raqqa e Mosul.
Credo di essere tra i pochissimi,in Italia,ad aver raccolto questo segnale che proviene da fonti tutte da verificare ma estremamente importanti per quel che potrebbero significare qualora fossero (come ritengo probabile) attendibili almeno come progetto...e che sintetizzo ai lettori per non confonderli.
Messico ed America Centrale sono storicamente zone "turbolente" dal punto di vista storico, segnate profondamente da fortissime disuguaglianze sociali con riflessi conseguenti di assetti politici precari.
Inutile ricordare le pratiche coloniali della Spagna e degli Usa per riportare alla mente il susseguirsi di rivoluzioni e colpi di stato che hanno condotto allo assetto attuale di tutto il Centro America.
Allora cosa ti pensa il Califfo (almeno,così sembra) ??  "Esportiamo la nostra missione" nel Chiapas,lì dove gli eredi dei Maia non hanno perso la voglia di ribellarsi alle vergognose forme di sfruttamento del governo centrale messicano...ma che non trovano più convincenti e sufficienti le azioni e le proposte dei guevaristi di turno per riscattarsi dallo sfruttamento liberalcapitalista.
Non sono musulmani ?? Convertiamoli...,sembra incredibile ma pare stia accadendo !!
Una volta riusciti nel primo passo, passare ad un indottrinamento jihadista non verrà difficile,viste le condizioni vergognose i cui gli  "infedeli" tengono contadini e non di quella parte del Messico meridionale. 
In verità si parla di qualche centinaio di "convertiti" già belli e pronti...forniti pure di "istruzioni per l'uso".
Prima di tutto espansione verso il confinante Guatemala con attacchi armati alle infrastrutture governative,specie caserme ed aeroporti...il resto verrebbe da se !!
Un "Califfato" mexico-guatemalteco che attirerebbe come mosche decine di migliaia di nuovi guerriglieri da tutte le parti della America Latina (e non solo).
Riscrivo,per non essere tacciato di divulgazione di "cazzate",..aspettiamo conferme o smentite,ma non dalle solite fonti "governative"...piuttosto dai futuri avvenimenti "sul campo".
Per quanto di mia possibilità,cercherò di seguire la attuazione di questa strategia che a me sembra tutt'altro che folle...vi immaginate un "Califfato" non esageratamente lontano da una nazione dove già vivono decine di milioni di musulmani...gli Stati Uniti d'America ??

Grazie per l'attenzione
                                                                        07.05.16


---------------------------------------------------------------
 Onore ai Caduti della RSI !!







niente messe per il Duce !!

Ci risiamo...messe in suffragio di Benito Mussolini e Caduti della RSI con relative polemiche,prima e dopo le cerimonie.
Persino oggi,ex festa del lavoro tramutatasi in esibizione canora di massa, l'Anpi di Catania non trova di meglio da fare che richiedere l'arresto dei "pericolosi nostalgici" dal braccio teso che hanno reso omaggio al Duce in Chiesa...oltraggio che il Vaticano dovrebbe evitare mandando al rogo i sacerdoti che tollerassero tali "sconcezze".
Quelle politiche le tratto subito : lo stato incrimina penalmente chi saluti romanamente la memoria di personaggi deceduti 70 anni fa...e,per sovraccarico,vuole arrestare quanti producano,vendano e comprino i portachiavi con il volto del Duce !!
A parte che non trovo alcuna differenza tra il "bieco regime" che perseguitava gli "anti" e quello "democratico" che dà la caccia "ai" fascisti, ritengo lo sforzo controproducente per le vestali della costituzione e pure inutile...
Stando alle continue (reciproche) accuse di svariati esponenti politici (di grido e non) di Fascismo è piena l'Italia,l'Europa e pure la Terra...
..Renzi è un balilla al potere, BombObama è "nero"anche di faccia,Putin lo è per i fautori della Nato e gli UEisti...,Erdogan quasi per tutti e Netanyahu si avvicina addirittura piú ad Hitler che a Mussolini !! 
Assad è il male assoluto per molti sunniti  mentre il Califfo indossa l'uniforme da SS...regimi "fascisti" vengono segnalati al potere in Sud America,in Centro Africa e persino in Groenlandia !! 
Quindi,ne consegue,perseguitino pure lor signori...se non sono bastate la guerra persa,le esecuzioni in massa dei capi,dei militi e dei civili innocenti a soffocare il Fascismo,una cosa è certa : hanno fallito di butto !! 
Se ne facciano una ragione perché :
Noi Fascisti  "c'eravamo,ci siamo e ci saremo"..
(sollevo la testata ,qualora pubblicasse,da ogni sospetto di complicità in "ricostituzione").
Quanto alla Chiesa (non solo a Catania) che,  per vietare le funzioni, si richiama alla "costituzione" rinunci intanto ai benefici dei Patti Lateranensi,voluti proprio da Quello che un Papa (in camicia bianca) definì "Uomo della Providenza". 
E, visto il richiamo alla "legalità" piuttosto che alla pietà religiosa, di conseguenza in tante nazioni rispetti le leggi e le "costituzioni" in vigore senza rompere le palle con lezioni morali su migranti e muri di qualunque genere. 

Grazie per l'attenzione
                                                          01.05.16
Video Messa incriminata




 
  Site Map