Tell a Friend




Google



"Questo sito non rappresenta una testata giornalistica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001"






  precedenti  
              Guardaqui e Senza Risposta


                    NO ALL'UEISMO

 

                Facebook
     
                Twitter                                                          
                  
                                       


-------------------------------------------------------------------


RadioTirananchio gracchia ma non ascolta


RadioTirananchio impazza in vista delle prossime amministrative a Roma ed altre importanti città...ogni giorno ospiti "illustri" e meno famosi ci deliziano per due ore con approfondite analisi sui mali delle precedenti amministrazioni e sulle taumaturgiche ricette dei candidati (vecchi e nuovi) che rimetteranno tutto a posto.
Zanchini,fior di conduttore esperto in cabotaggio radiofonico,a tutti offre una ribalta per rispetto della "par condicio" partitica....tranne che agli astensionisti !!
Ignorando (come del resto tutti gli altri suoi colleghi di RadioTiranauno e pure televisivi) che almeno metà degli italiani non votiamo piú (a Bolzano ieri il 60% di astensionismo),si permette pure di dare lezioni di civismo democratico citando o dando la parola ad "illustri" personaggi che invitano "a votare in ogni caso".
Magari glissando sul fatto che,per gli astensionisti,quelli nominati siano feccia da cui stare lontano proprio perché esponenti della partitocrazia corrotta e corruttrice.
Resta il fatto,incontrovertibile,di come sia possibile che,in un "servizio pubblico",non si trovi un solo ospite che rappresenti il variegato mondo del #nonvotare....
O meglio,la risposta è elementare :
RadioTiranauno è emittente del regime partitocratico,si pretende forse che dia spazio a quanti non ci credono piú ??

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello

P.s. le testate che volessero ospitare questo "sfogo" probabilmente si ritroverebbero messe all'indice tra quelle che fomentano il "populismo qualunquista"...io invece le ringrazio anticipatamente perché,magari non condividendone il contenuto,darebbero una ulteriore prova che il pluralismo ancora esiste in Italia.
Escludendo,ovviamente,la Rai e tutte le emittenti generaliste...

                                                                                  26.05.16

--------------------------------------------------



Kerry vuole morto Assad

Kerry,alle trattative di Parigi sulla Siria, ha minacciato Assad e la sua gente : "il Presidente ed i suoi mai al sicuro senza la pace". 
Quella pace che vogliono imporre gli Usa ed i suoi servi Nato e musulmani alla Erdogan : la frantumazione della Siria ed un governo fantoccio a Damasco.
I precedenti sono effettivamente sinistri,per quel che hanno realizzato dove posti in essere : Afghanistan,Irak,Libia e Siria (tratto solo quelli piú eclatanti) sono il manuale della perfetta "crociata" occidentale : al posto di "Dio lo vuole" è la bandiera della "democrazia occidentale" in città e territori così lontani e diversi dalla nostra civiltà (si fa per dire) che avrebbe dovuto sventolare.
Lascio perdere l'analisi delle (risapute) ragioni economiche che stanno dietro ad ogni crisi politica e militare che "collassi" un qualunque stato nel mondo (Venezuela,ad esempio),ricordiamo cosa sian gli stati sopra citati alla data di oggi.
L'Afghanistan liberato e con un parlamento democratico ?? Usa e Nato hanno dovuto evitare il ritiro promesso da Obama...intere provincie sono sotto il controllo dei Talebani.
A Kabul non è sicura neppure la "zona rossa" delle ambasciate..(se) appena l'ultimo yankee abbandonerà il territorio,i Talebani spazzeranno le forze (??) armate afghane in pochi giorni. Al massimo troveranno opposizione nei nuovi adepti dello Stato Islamico che hanno messo da tempo gli occhi   dove non dovrebbero (il figlio di Bin Laden auspica un passaggio di tutti i jihadisti sotto Al Baghdadi).
Peggio ancora in Irak...malgrado decenni di invasione crociata e miliardi di dollari investiti in addestramento ed armi,il governo di Baghdad arranca nella "riconquista" di Mosul e del territorio nazionale sotto controllo del Califfo. Fatto sta che la presenza della numerosissima comunità sciita al potere non basta a sanare la irreparabile frattura con i sunniti (almeno una gran parte). Se non fosse per le milizie filo iraniane (con gli aerei e soldati Usa) le bandiere nere sventolerebbero a Baghdad tra migliaia di teste tagliate e mausolei e monumenti violati.
Tutto frutto,lo ripeto per l'ennesima volta,della aggressione a Saddam Hussein ed al suo conseguente omicidio. Lo sapevamo tutti,tranne i cervelloni,che la sua fine avrebbe portato allo status quo.
Stessa storia,come da copione,in Libia.."primavera araba" contro Gheddafi e subito bombardamenti Nato sulla testa,fino al suo assassinio.
Frantumazione di fatto,governo fantoccio insediato a Tripoli e ribelli ovunque,per tutti i gusti..persino un Califfato a Sirte !!
Ultima,ma prima per importanza,la Siria...ai filoccidentali la "primavera" del 2011 non portò la vittoria e le teste di Assad,degli alawiti e dei cristiani. L'esercito popolare siriano non si sfaldò e si strinse accanto al Presidente Assad... resistendo alla marea di mercenari e tagliagole stranieri scaraventati in Siria da ogni parte del mondo. Oggi,con il determinante aiuto degli alleati russi,iraniani ed hezbollah, il legittimo (per l'Onu) governo di Damasco tenta di riprendere il controllo di tutta la Siria.
E quì torniamo a Parigi : gli Stati Uniti minacciarono sia Saddam come pure Gheddafi di morte se non si fossero arresi alle  "forze democratiche". E,visto che entrambi non lo fecero,procurarono il loro assassinio...pure in mondovisione.
Al Colonnello libico ammazzarono anche figli e tribù...tanto per essere sicuri.
Ieri Kerry ha reiterato ad Assad la minaccia di morte (tradotta) : se non te ne vai ( in esilio in Iran) uccideremo te,la tua bella e coraggiosa moglie,la tua famiglia e persino la tua "gente"  (alawiti,sciiti,drusi e cristiani che lo sostengono).
Bashar al Assad non cederà,ne sono sicurissimo...resterà con il suo popolo che lo ha eletto e confermato in grande maggioranza. Combatterà fino alla vittoria od alla morte...per la Siria unita e con gran parte dei siriani che combattono assieme a lui.
Kerry si può mettere l'animo in pace...persino se Putin (follemente) mollasse il fedele alleato  gli Usa non vincerebbero proprio niente !!
Esattamente come in Afghanistan,Irak e Libia..
                                                                                       18.05.16


--------------------------------------------------


sullo Stretto traghetteremo in funivia

"Funivia dello Stretto",se non fosse una progettazione seria avrei pensato ad una proposta di Crozza per risolvere (a chiacchiere) l'eterna querelle del collegamento stabile tra Sicilia e Calabria.
Invece ieri,a Milano, l'ingegnere messinese Achille Baratta e lo strutturista Massimo Majowiecki hanno esposto alla stampa il loro progetto di una funivia situata a 70 metri sopra il livello del mare per "unire" Messina a Reggio Calabria.
L'opera andrebbe ad inserirsi nell?ottica di una ?metropolitana leggera? per collegare la stazione marittima peloritana all?aeroporto reggino in 15 minuti (???) ed avrebbe un costo di circa 850 milioni di euro.
Dettagli tecnici e fattibilità sarebbero certificati dalla professionalità stessa degli autori,presentati dalla stampa come due autorità in materia.
Già alcuni quotidiani nazionali hanno dato risalto al progetto che,nelle intenzioni,andrebbe a seppellire quello del Ponte ferroviario e stradale...irrealizzabile (secondo gli oppositori) per pericoli vari (mafia compresa) e costi stratosferici (vale solo per il Sud).
Detto che,sempre secondo ciò che ho letto,in comune le due "meraviglie" avrebbero il solo fatto di divenire "polo di attrazione turistica",mi sorgono i primi dubbi...
In una città (Messina) che,malgrado la presenza del sindaco piú ambientalista e rivoluzionario d'Italia,ha prodotto le tariffe di traghettamento piú care d'Italia,dove la linea tranviaria ha avuto un parto trentennale e neppure so se funzioni a regime, ove il porto che doveva servire al collegamento rapido con il Continente è (quasi) sempre interrato, ove i tir diventano pericolosi killer delle strade urbane, dove manca l'acqua potabile per settimane intere, dove etc.,etc..si realizzerà una "metropolitana leggera" che collegherà la Stazione Marittima (già di fatto dismessa dalle 20 alle 6 dalle Ferrovie di Stato) con l'aeroporto di Reggio Calabria ??
In 15/20 minuti e mediante tensostrutture di ultimissima generazione ??
Queste ultime non so cosa siano,ma so che l'aeroscalo reggino è praticamente obsoleto ed inutilizzato per impossibilità territoriali e strutturali.
A che servirebbe l'avveniristico collegamento se non parte (ed arriva) nessuno ?
I turisti avrebbero una meravigliosa visuale da 70 metri di altezza ?? 
Certo,tanto loro verrebbero una sola volta a provarla...ma i siciliani (e calabresi) che utilizzassero la funivia per cosa dovrebbero salirci ?? Con i bagagli al seguito per riprendere un treno successivamente ? Vecchi,donne e bambini al seguito ??
Auto e tir,evidentemente,continuerebbero a far file agli imbarchi con perdita di ore e saccheggio di euro elargiti ai privati....
Va bene,la avrei dovuta prendere piú alla leggera e non con la rabbia di un convinto sostenitore della necessità del Ponte...
E poi,siamo sinceri,nessuno (specie in Sicilia e Calabria) può credere che si realizzeranno mai...ma quale Funivia dello Stretto !!
                                                                                                     11.05.16


-------------------------------------------


Isis...bandiera nera sul Chiapas ??

Approda in Messico la "caravella Al Baghdadi",esattamente nel Chiapas del mitico  "subcomandante Marcos" di rivoluzionaria memoria...e pianta il vessillo nero dello Stato Islamico in quella terra tanto lontana da Raqqa e Mosul.
Credo di essere tra i pochissimi,in Italia,ad aver raccolto questo segnale che proviene da fonti tutte da verificare ma estremamente importanti per quel che potrebbero significare qualora fossero (come ritengo probabile) attendibili almeno come progetto...e che sintetizzo ai lettori per non confonderli.
Messico ed America Centrale sono storicamente zone "turbolente" dal punto di vista storico, segnate profondamente da fortissime disuguaglianze sociali con riflessi conseguenti di assetti politici precari.
Inutile ricordare le pratiche coloniali della Spagna e degli Usa per riportare alla mente il susseguirsi di rivoluzioni e colpi di stato che hanno condotto allo assetto attuale di tutto il Centro America.
Allora cosa ti pensa il Califfo (almeno,così sembra) ??  "Esportiamo la nostra missione" nel Chiapas,lì dove gli eredi dei Maia non hanno perso la voglia di ribellarsi alle vergognose forme di sfruttamento del governo centrale messicano...ma che non trovano più convincenti e sufficienti le azioni e le proposte dei guevaristi di turno per riscattarsi dallo sfruttamento liberalcapitalista.
Non sono musulmani ?? Convertiamoli...,sembra incredibile ma pare stia accadendo !!
Una volta riusciti nel primo passo, passare ad un indottrinamento jihadista non verrà difficile,viste le condizioni vergognose i cui gli  "infedeli" tengono contadini e non di quella parte del Messico meridionale. 
In verità si parla di qualche centinaio di "convertiti" già belli e pronti...forniti pure di "istruzioni per l'uso".
Prima di tutto espansione verso il confinante Guatemala con attacchi armati alle infrastrutture governative,specie caserme ed aeroporti...il resto verrebbe da se !!
Un "Califfato" mexico-guatemalteco che attirerebbe come mosche decine di migliaia di nuovi guerriglieri da tutte le parti della America Latina (e non solo).
Riscrivo,per non essere tacciato di divulgazione di "cazzate",..aspettiamo conferme o smentite,ma non dalle solite fonti "governative"...piuttosto dai futuri avvenimenti "sul campo".
Per quanto di mia possibilità,cercherò di seguire la attuazione di questa strategia che a me sembra tutt'altro che folle...vi immaginate un "Califfato" non esageratamente lontano da una nazione dove già vivono decine di milioni di musulmani...gli Stati Uniti d'America ??

Grazie per l'attenzione
                                                                        07.05.16


---------------------------------------------------------------
 Onore ai Caduti della RSI !!







niente messe per il Duce !!

Ci risiamo...messe in suffragio di Benito Mussolini e Caduti della RSI con relative polemiche,prima e dopo le cerimonie.
Persino oggi,ex festa del lavoro tramutatasi in esibizione canora di massa, l'Anpi di Catania non trova di meglio da fare che richiedere l'arresto dei "pericolosi nostalgici" dal braccio teso che hanno reso omaggio al Duce in Chiesa...oltraggio che il Vaticano dovrebbe evitare mandando al rogo i sacerdoti che tollerassero tali "sconcezze".
Quelle politiche le tratto subito : lo stato incrimina penalmente chi saluti romanamente la memoria di personaggi deceduti 70 anni fa...e,per sovraccarico,vuole arrestare quanti producano,vendano e comprino i portachiavi con il volto del Duce !!
A parte che non trovo alcuna differenza tra il "bieco regime" che perseguitava gli "anti" e quello "democratico" che dà la caccia "ai" fascisti, ritengo lo sforzo controproducente per le vestali della costituzione e pure inutile...
Stando alle continue (reciproche) accuse di svariati esponenti politici (di grido e non) di Fascismo è piena l'Italia,l'Europa e pure la Terra...
..Renzi è un balilla al potere, BombObama è "nero"anche di faccia,Putin lo è per i fautori della Nato e gli UEisti...,Erdogan quasi per tutti e Netanyahu si avvicina addirittura piú ad Hitler che a Mussolini !! 
Assad è il male assoluto per molti sunniti  mentre il Califfo indossa l'uniforme da SS...regimi "fascisti" vengono segnalati al potere in Sud America,in Centro Africa e persino in Groenlandia !! 
Quindi,ne consegue,perseguitino pure lor signori...se non sono bastate la guerra persa,le esecuzioni in massa dei capi,dei militi e dei civili innocenti a soffocare il Fascismo,una cosa è certa : hanno fallito di butto !! 
Se ne facciano una ragione perché :
Noi Fascisti  "c'eravamo,ci siamo e ci saremo"..
(sollevo la testata ,qualora pubblicasse,da ogni sospetto di complicità in "ricostituzione").
Quanto alla Chiesa (non solo a Catania) che,  per vietare le funzioni, si richiama alla "costituzione" rinunci intanto ai benefici dei Patti Lateranensi,voluti proprio da Quello che un Papa (in camicia bianca) definì "Uomo della Providenza". 
E, visto il richiamo alla "legalità" piuttosto che alla pietà religiosa, di conseguenza in tante nazioni rispetti le leggi e le "costituzioni" in vigore senza rompere le palle con lezioni morali su migranti e muri di qualunque genere. 

Grazie per l'attenzione
                                                          01.05.16
Video Messa incriminata


---------------------------------------------------------



dal Cairo un vaffanculo per l'Italia

Rania Yassen, giornalista per la tv saudita Al Arabiya, sostiene dal Cairo che l'omicidio di Giulio Regeni sia "un complotto internazionale" e che "l'Italia andasse al diavolo",visto che di morti simili è pieno il mondo e che noi,per mafia in testa,non possiamo impartire lezioni in materia a nessuno.
In effetti,visto pure quanto da me fatto notare già dal primo momento,il crescendo mediatico e politico della tragica esecuzione del giovane ricercatore e giornalista al Cairo ha assunto aspetti inusitati di cui non si comprende il vero fine.
Tralasciando i dubbi che continuo ad avere sul reale operato di Regeni in Egitto,mi ha molto colpito la posizione del governo italiano,una fermezza (a chiacchiere) mai usata in precedenza per nessuno dei poveri nostri connazionali ammazzati più o meno misteriosamente all'estero e rimasti "senza giustizia" e senza neppure "energiche proteste" verso i governi responsabili.
Per non citare Calipari (agente segreto doc),freddato da un americano a Baghdad per punire il pagamento del riscatto Sgrena,di appena mesi fa è lo stranissimo omicidio in Libia degli operai Piano e Failla,ammazzati da quei tagliagole libici che oggi costituiscono le "forze armate" del governo Sarraj...da noi riconosciuto ed imposto in Libia senza elezione alcuna.
Per questi ultimi niente di niente...neppure uno striscione allo stadio e neanche una audizione alla Camera dei familiari in nome dell'immancabile "antifascismo".
Per Regeni,no...tutti mobilitati : da Amnesty a (udite,udite) BombObama !!
Gli stessi (Renzi ed Obama per tutti) che hanno inneggiato al golpe di Al Sisi ed alla "democrazia" restaurata in Egitto (che ha provocato migliaia di morti,torture ed incarcerazioni) oggi pretendono "verità su Regeni" dal dittatore con cui (però) fanno affari d'oro...
Fermo restando che le "verità" si dovrebbero conoscere per Regeni e per chiunque altro,in patria e fuori, non credo proprio che il caso troverà mai una soluzione "vera"...impossibile che le autorità italiane (e dei paesi "alleati") non lo sappiano.
Ed allora ? Quale è il fine di questo can can mediatico ? La caduta di Al Sisi ? La guerra all'Egitto se non consegnerà i colpevoli ?
Non estrarremo il gas che abbiamo trovato da quelle parti e non pagheremo le tangenti relative ? O cosa...?
Non ho certo la pretesa di saper dare io una o più risposte....
Intuisco però che,tramite la giornalista egiziana,la prima vera indicazione è arrivata : "andate vaffanculo" !!
Vedremo assieme cosa saremo capaci di fare in concreto e quale "verità" porteremo a casa.
                                                                   26.04.16


----------------------------------------------


19.04.16

astensionismo dilagante,oltre il referendum

Affonda il referendum sulle trivelle,votato solo  dal 32% degli elettori...
Al netto degli insulti di quelli che giudicano il "votare un obbligo morale e civile" e delle furbizie di coloro che (sul modello Napolitano) lo ammettono o negano secondo "comodo", mi si permetta di dire la mia sullo "astensionismo" in piena libertà.
Le testate che mi ospitano sanno bene che,sul #nonvotare, sono tra i pochi che ci mettono nome e faccia ma,dati alla mano,non rappresento certo la posizione isolata di un pazzo.
Pertanto,senza che quel che scrivo impegni in alcun modo quanti vogliano pubblicare,sintetizzo brutalmente :
"ancora troppi non hanno capito che moltissimi italiani non crediamo piú in niente e nessuno che rappresenti il regime partitocratico". 
Trivelle o meno (peraltro un referendum che non serviva a nulla e sarebbe stato sicuramente poi disatteso come quello sull'acqua e l'altro sui soldi ai partiti), l'unica scelta è stata #nonvotare !! 
Consapevolmente o meno,ha preso piede tra i cittadini la necessità personale di non avere nessuna forma di partecipazione attiva a qualunque tipo di proposta provenga da uomini e partiti presenti nelle sedi istituzionali.
Accettare un programma (o,peggio,votare per una formazione politica) significa di fatto avallare la partitocrazia imperante che,da sempre,sta al potere presentandosi come un Giano bifronte : una faccia di chi governa e l'altra di chi finge di fare opposizione....ma sempre di Giano è il volto !!
Rassegnazione,ignavia,mancanza di soluzioni ?? 
No,al massimo tracce latenti di "eversività" (a cercare con il lanternino) perché la logica conclusione di questo ragionamento porta ad una sola scelta : quella di lasciarli (gli appartenenti al sistema partitocratico) affogare da soli nella melma in cui hanno ridotto l'Italia....
E dopo,al momento opportuno, evitare accuratamente di tendere loro la mano per salvarli...😊
                                                                         18.04.16


----------------------------------------


Regeni assassinato da "malvagi"

...così parlò al Sisi,grande amico di Mattarella e Renzi che lo celebrarono (prima e durante il ritrovamento del cadavere) come difensore della #democraziaoccidentale in Egitto e baluardo contro il terrorismo nel mondo.
Prego chi pubblica e legge di non dimenticarlo mai...come fanno disinvoltamente da quel giorno i media del regime partitocratico,RadioTiranauno in testa e SkyTg24 in coda...
Un bombardamento di (dis)informazione continuo sulle indagini relative alla tristissima sorte del povero giovane,"ricercatore" ...di "informazioni" per conto di una istituzione privata (al servizio di "servizi") e di un giornale di nota collocazione politica (rossastra). Senza contare la famigerata università di Cambridge,nella storia centro di reclutamento per spie di vario schieramento.
La mia impressione,espressa pure mediaticamente per come possibile, è che il tutto sia divenuto una manovra diversiva di Renzi per spostare l'attenzione da fronti e problemi piú gravi (Libia, scandalo "Operazione #PetroleumNostrum", blocco del Brennero etc.) sulla risposta "ferma e dura" da dare ad al Sisi.
Confermo che,come sottolineo dal primo momento,mi risulta fortemente sospetta questa  fermezza governativa per la morte (esecrabile) di un nostro concittadino all'estero in una nazione a rischio ordine pubblico...mai rilevata in quella di Calipari in Iraq (con americani colpevoli),fino a quelle dei poveri operai assassinati in Libia ieri l'altro da bande che ora appoggiamo( per Sarraj) e passando per i tre uccisi in Venezuela e neppure degnati della minima attenzione dalla Farnesina. 
Da parte egiziana,in verità, solo "traccheggi" investigativi e giudiziari...ma cosa si aspettava l'Italia che si "indigna" senza sapere un cavolo di niente ??
In Egitto c'è stato un colpo di stato militare che ha rovesciato il Presidente Morsi (legittimamente eletto,piacesse o meno agli Usa ed israele)...,lo ha sbattuto dentro ed ha impiccato e condannato migliaia di Fratelli Musulmani ed oppositori vari.
Cosa volete possa rappresentare uno in più tra i 500 e passa scomparsi ad opera del regime di al Sisi ?? Un problemino,tutt'al più..visto che c'è il gas dell'Eni in ballo,oltre gli alberghi di Sharm...basterà poi qualche tangente a sistemare tutto,vedrete.
Avevo suggerito di far scrivere direttamente alla immancabile #procuradiRoma (quella famosa per insabbiamenti storici ed omissioni  varie) di stendere lei la verità su Regeni...,magari facendosi aiutare dai nostri celebrati (dai media di regime) servizi segreti.
Che,tutt'ora,non hanno scoperto neppure chi sparò a Portella della Ginestra...senza parlare delle stragi da Piazza Fontana fino a quelle "di mafia" e che li hanno visto spesso protagonisti in galera !! 
Allora,si scriva a Roma chi ha ucciso il povero giovane,per "errore di valutazione" (non era una spia)..
si consegni il tutto alla magistratura egiziana che lo metterà  nero su bianco,indicando due/tre colpevoli da far sbranare alla pubblica opinione !!
Ah,se nel frattempo questi "esseri malvagi" dovessero "decedere" (volontariamente o meno), non facciamone un problema...
Sempre di "cattivoni" si tratterebbe...

                                                                             14.04.16


-----------------------------------------------------


Grillo : M5S diga (di fango) contro il nazifascismo

Questo il punto chiave della video intervista a La Gabbia del 6 aprile...niente di nuovo,già dal suo esordio nell'arena del regime partitocratico avevo segnalato le sue prime dichiarazioni in tal senso.
Che,fin da allora,evidenziavano grande ipocrisia nell'affermare "il superamento delle categorie destra/sinistra e fascismo/comunismo"...fatto per abbindolare allocchi di destra e "camerati" veri o presunti che cercavano una via nuova allo schifo dei partiti italiani.
Operazione riuscita alle elezioni politiche del 2013 che gli portarono milioni di voti di "destra" e 126 tra deputati e senatori tutti comunistardi ed affini.
Ieri,trattando pure altri argomenti,si è ripetuto : in Europa crescono partiti e movimenti "nazifascisti" perché "non ci siamo noi"...fateci una statua !!
Neanche una parola su comunisti e simili (presenta la Raggi dichiaratamente sinistrosa),neppure contro il liberalcapitalismo  UEista che ha affossato italiani ed europei.
Lui vede un solo nemico : il "nazifascismo" !!
Beh,si rassegnino Grillo ed i suoi parlamentari : Fascismo e Nazionalsocialismo hanno perso la guerra e tutti i propri capi ideologici e militari che sono stati ammazzati,incarcerati e perseguitati da leggi liberticide ma "democratiche"..."guai ai vinti" funziona sempre.
Ma se dopo 70 anni costituiscono un tale pericolo in Europa (ed in altre nazioni) un motivo ci sarà pure,no ??
Piaccia o meno a Grillo ed a tutto il ciarpume dello UEismo atlantista e sinistroso,così è e peggio (per loro) sarà !!
Quanto all'Italia stia pur certo che non è lui ad arginare il Fascismo risorgente (??)...è la meschina litigiosità di piccolissimi personaggi e partitini unita alla assoluta mancanza di un Capo...si,uno con la C che sia in grado di catalizzare il malcontento (davvero trasversale) del popolo italiano portandolo in parlamento e,come necessario,nelle piazze alla maniera di Reggio 1970 !!
Un modello che il sig. Grillo (antifascista dichiarato) ha avuto possibilità di realizzare nella  sera del "ci vediamo tutti in Piazza Monte Citorio" susseguente alla rielezione di Napolitano...ma che lo vide scappare,assieme ai suoi parlamentari e truppe,per paura di essere arrestato.
                                                           07.04.16


-------------------------------------------------------


Libia : al potere la #democraziaoccidentale...senza elezioni

Mi rendo conto che,con questa storia della Libia,forse ho rotto "i cabasisi" agli editori ed ai lettori che leggono le mie personali valutazioni ma meglio dire le cose prima che piangere (falsamente) dopo.
Ricapitolo in poche righe i fatti incontrovertibili,senza perdermi con nomi di improponibile memoria...
2011 : Usa,Francia,Inghilterra e (dopo) Italia decidono che "Gheddafi sta massacrando il suo popolo" e che le "primavere arabe" devono esplodere pure a Tripoli e Bengasi oltreché al Cairo e persino a Damasco...si aggredisce così (con parziale appoggio Onu e colpevole tolleranza russa e cinese) uno stato sovrano che sta soffocando una sanguinosa rivolta fondamentalista. Si permette ai dei tagliagola certificati di avere ragione dell'esercito governativo mediante furiosi bombardamenti ed appoggio di truppe speciali ed agenti segreti a terra. Gheddafi viene intercettato dai droni Usa (di Sigonella..),fatto linciare dai ribelli ed infine giustiziato da un agente francese per farlo tacere..sui dollari versati a Sarkozy (ed a tutti i capi occidentali) e per impadronirsi del petrolio libico.
Da quel momento e fino ad oggi (per favore,fate particolare attenzione) la Libia diviene un caos "organizzato" : gli occidentali fanno svolgere una parodia di elezioni ai "vincitori" che portano alla formazione del tanto celebrato "governo di Tobruk". 
Lo riconosce persino l'Onu (!!) e viene messo sotto tutela militare dall'Egitto (che,nel frattempo,sostituisce il votato governo di Morsi con il golpista al Sisi tanto celebrato da Renzi e Mattarella).
In questi 5 anni a Tripoli e Misurata non ci stanno...e si dichiarano rappresentanti ufficiali della volontà popolare.
Altro governo (non riconosciuto dall'Onu) con altri capi,altro esercito e tanto petrolio...
Sempre negli ultimi due anni,dettaglio di non poco conto, spunta fuori Al Baghdadi e ti crea un Califfato della Sirte...con tanto di territorio sotto controllo ed enclavi in altre città costiere.
Pure la regione del Fezzan,immensa ma desertica ed al sud, è di fatto fuori controllo ma evitiamo di considerarla per il momento.
Quindi ricapitoliamo quel che ci hanno ripetuto Onu,Ue,Nato e media occidentali associati fino a marzo 2016 : il legittimo governo sta a Tobruk,riconosciamo solo quello e i ribelli si devono adeguare alle nostre decisioni.
Eh..,no !! Troppo semplice...
In pochi giorni accade che un notabile al servizio degli occidentali,tale al Sarraj, venga "nominato" dall'Onu rappresentante della Libia intera (senza elezione alcuna) e trasportato da Tunisi a Tripoli (ricordiamo sede del governo "illegittimo") scortato dalla marina inglese.
In poche ore gli "illegittimi" capi tripolini si consegnano a Sarraj e scappano a Misurata per sfuggire alle puntuali "sanzioni personali" UEiste ed alle forze speciali americane e francesi pronte ad ammazzarli.
Oggi la cosiddetta "comunità internazionale" ha dichiarato "illegittimo il già legittimo. governo di Tobruk" ...persino il buon al Sisi ha avallato il tutto !! Chi non ci sta rischia quantomeno la saccoccia se non la pelle...
Radio,televisioni e giornali inneggiano da stamane alla "stabilizzazione" della Libia di Sarraj...è questa la vera "democrazia occidentale" che viene imposta al mondo musulmano !!
E poi ci domandiamo come possa nascere e crescere l' Isis...

                                                                                       06.04.16


 
  Site Map