Questa pagina offre ai cortesi lettori un contributo di chiarificazione su certe tematiche che , spesso , non risultano affatto comprensibili per la voluta manipolazione di chi le tratta od espone .
Ovviamente è mia intenzione e desiderio di non cadere nello stesso difetto .
Vincenzo Mannello
 




La "mejo gioventù".....




Che bella...! Sotto scorta e protezione della polizia ha sfidato i vecchi (e giovani) rincoglioniti del Pdl rompendo le balle al comizio di Berlusconi. Certo,il "Cavaliere" (di questa repubblica minuscola) merita il trattamento che una parte consistente del Paese gli riserva sempre più spesso. 
Un altro terzo,purtroppo,gli elargisce sempre una decina di milioni di voti. Mentre un 30% abbondante di italiani,quelli che non votano o votano scheda bianca e nulla,lo ignorano al pari di tutti gli altri rappresentanti del sistema partitocratico.
Dai miei datati ricordi di contestatore di piazza ricordo che,definiti come eravamo abusivamente "di destra",appena ci si arrischiava a presentarsi in strada per contestare qualcuno o qualcosa le botte di polizia,carabinieri,guardia di finanza e pure di personaggi non identificabili arrivavavano immediatamente. Immancabilmente seguite da denunzie per adunata sediziosa,turbativa dell'ordine pubblico e,per tanti, pure quella di "manifestazione fascista".
Dagli anni 1968 e successivi fino ad oggi,non è che sia cambiato l'atteggiamento delle forze dell'ordine e della magistratura. Non appena un qualche gruppo "di destra" scende in piazza,per qualunque motivo,ripartono botte e denunzie.
A "sinistra",no. (Quasi) mai. I pargoletti della società radical-chic e della cultura "resistenziale" spesso e volentieri la hanno fatta franca. Dalla insurrezione contro il governo Tambroni del 1960 in poi,passando per il 1968,gli anni di piombo,Genova G8 2001,per arrivare a Roma messa a ferro e fuoco negli anni scorsi,la proporzione tra quanto avvenuto e gli arresti e condanne dei partecipanti è davvero misera.
Certo,qulcuno ci ha rimesso le penne e pure è stato beccato quasi per caso. Ma sono eccezioni.
Normalmente,se a manifestare sono forze "di sinistra",ci si può dilettare ad occupare strade,stazioni,anche aeroporti.
Mettendo tutto a ferro e fuoco.
Esiste un'alta probabilità di farla franca. 
E se,malauguratamente,ci si ritrovasse fermati,si potrebbe contare sulla comprensione dei media e della magistratura.
Che significa,che hanno torto nel manifestare ?
Assolutamente,se ci credono davvero facciano pure.
Alcuni sono coerenti con le proprie idee e,spesso,pure  condivisibili.
Solo che,specie i pargoletti,non riescono proprio ad ammettere che pure altri possano avere delle idee da portare avanti.
E,forti della (quasi) totale immunità acquisita dal 1946 ad oggi,ritengono loro diritto manifestare "contro".
Presentandosi sempre più frequentemente e minacciosamente dagli "altri".
Di Berlusconi e soci,me ne strafrego.
Facciano o meno quel che sono capaci di fare.
Ma,per tutta quella vasta area erroneamente e per comodità definita "di destra",stiano sicuri che nessuno,scrivo nessuno,di gruppi,gruppetti,movimenti e/o singole persone bersaglio della loro stupida faziosità,si farà intimidire.
Neppure con il consenso delle istituzioni e dei media di regime.
La "mejo gioventù" dei centri sociali e dei grillini di piazza si metta in testa che,da questa parte,ci sono "mejo" persino i vecchi.

                         13.05.13

Chieti Scalo :
http://www.chietiscalo.it/la-voce-dei-cittadini/200-politica/20363-la-qmejo-gioventuq.html

Fiamma :
http://it.groups.yahoo.com/group/fiamma/message/33645

Circolo Vegetariano VV.TT. :
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/05/14/israele-aiuta-al-qaida-in-siria-cir-informa-nostalgia-nociva-berlusconi-non-e-tortora-yoga-nomade-astrologia%E2%80%A6/

Atuttadestra :
http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/194544

Socrate Opinioni Contro Vento :
http://socrateopinionicontrovento.blogspot.it/



-----------------------------------------------------------
Pubblicato 18.04.13



Lo sdegno a senso unico




Chiariamo : il terrorismo è sempre orribile. Chiunque ne sia vittima,in qualsiasi parte del mondo.
L'attentato di Boston,effettuato ai danni della popolazione civile con vittime innocentissime,per primi i bambini,è innanzitutto un colpo alla umanità intera.
Importa relativamente chi ne sia l'autore,il come e perchè.
Colpire civili innocenti dovrebbe restare una macchia indelebile nella coscienza di tutti.
Purtroppo così non è.
Ogni giorno,in tutto il globo,scoppiano bombe che mietono il loro raccolto di morte tra bambini,donne ed uomini che nulla hanno a che vedere con le stesse parti in causa. Con  motivazioni più o meno discutibili.
Ma non sono solo gli ordigni piazzati da partigiani di questa o quella fazione a falciare gli innocenti.
Spesso,troppo frequentemente,sono pure ordigni bellici delle nazioni occidentali ad assassinare bimbi innocenti,mamme e famiglie intere in nome di "guerre sante" proclamate nel nome della "democrazia".
Stati Uniti in testa,su ordine diretto dei vari Presidenti.
Solo che,in Occidente,vengono ipocritamente definiti "danni collaterali". Quasi fossero inevitabili. Restando peraltro sempre impuniti.
Ebbene,in una delle tantissime giornate che seguono uno di questi tragici eventi,neppure il più sanguinoso,balza evidente come lo sdegno delle istituzioni e dei media occidentali sia vergognosamente a senso unico.
Nei pochi giorni passati ci sono stati attentati in Irak,in Afghanistan,in Siria,in Pakistan...chissà pure in quante altre nazioni del mondo. I droni di Obama hanno ucciso decine di bambini con le loro mamme. Ultimi numeri da aggiungere alle fredde statistiche fatte di decine di migliaia di morti innocenti.
Abbiamo sentito qualche voce autorevole esprimere il proprio sdegno e la necessaria comprensione ?
NO ! Propio NO !
Ed allora,dove credono di andare i "potenti del mondo" ?
Anche se,incredibilmente,da assassini legalizzati si ritrovano Premi Nobel per la Pace,cosa sperano di ottenere nel tempo ?
Chi semina vento,raccoglie tempesta....
Piaccia o meno,questo antico detto popolare troverà sempre conferma.

                                          16.04.13

Altra Calcata :
http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/04/boston-come-new-york-gli-attentati.html

Circolo Vegetariano VV.TT. :
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/16/boston-come-new-york-gli-attentati-avvengono-quando-servono/

Chieti Scalo :
http://www.chietiscalo.it/la-voce-dei-cittadini/200-politica/19957-lo-sdegno-a-senso-unico.html

Lecce Cronaca :
http://www.leccecronaca.it/index.php/2013/04/17/lo-sdegno-a-senso-unico/

Salento Notizie :
http://www.salentonotizie.com/2013/04/17/lo-sdegno-a-senso-unico/

Tagli :
http://tagli.me/2013/04/17/un-lettore-ci-scrive-a-proposito-dellattentato-di-boston/

Atuttadestra :
http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/189988

Rinascita :
http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=20393



__________________________________________



GLI EROI CHE DIFESERO LA SICILIA!






              LETTERA APERTA AL SINDACO DI ADRANO

Gent.mo Sig. Sindaco,
ho letto su La Sicilia del 16 novembre e sul sito del Comune di Adrano le modalità di svolgimento delle celebrazioni del 70^ anniversario dello Sbarco degli alleati in Sicilia. Tutta una celebrazione delle truppe canadesi che offrirono la loro vita per la "libertà". Assieme agli italiani. Scusi,quali italiani ? Quelli che,numerosi,si opposero con le armi alla invasione e persero la vita ? Oppure i tantissimi che,a causa del tradimento degli alti comandi (specie la Marina),scapparono abbandonando armi e bagagli ? Tra quanti combatterono contro gli alleati ci sono tante medaglie d'oro,argento e bronzo,quasi tutte alla memoria. Segno che anche per lo "stato nato dalla resistenza" erano eroi caduti per la Patria. Ed è bene ricordare che l'8 settembre,con il dramma delle scelte,era ancora ben lontano quel 10 luglio 1943.
Vorrà rivedere i termini usati per la celebrazione dell'evento oppure avrà dato inizio ad una campagna di polemiche che accompagneranno quell'anniversario ?


                                           16.11.12

MPN :
http://mpncoordinamentoregionalepuglia.blogspot.it/

ISA Sindacato :
http://isasindacato.it/articolo/visualizza/381/il-sindacato-i-s-a-ricorda-ogni-anno-una-data-storica-dal-1943-al-2012/

Canale Sicilia :
http://www.canalesicilia.it/celebrazioni-70anniversario-sbarco-del-1943-lettera-aperta-al-sindaco-di-adrano-da-vincenzo-mannello/

Atuttadestra :
http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/165076

Rinascita :
http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=17881




CORTESE RISPOSTA DEL SINDACO DI ADRANO,FERRANTE :

Concordo pienamente con Lei, il comunicato stampa  del sito riporta solo in parte la mia dichiarazione. Se ha la possibilità di vedere la dichiarazione rilasciata alle televisioni constaterà che il tenore è completamente diverso. Questa vicenda  è stata molto dolorosa sia per i nostri soldati che per i miei concittadini che persero la vita in quell'occasione. Ho dichiarato che questa manifestazione servirà a fare chiarezza su una pagina della nostra storia che è stata volutamente oscurata per lungo tempo. Ho stabilito che in occasione della venuta ad Adrano dei soldati canadesi verrà reso omaggio di una corona al monumento dei nostri caduti. 
Saluti, Pippo Ferrante
                                                 18.11.12  (23,30 mail)


______________________________________
cisnal


Cisnal, UGL, Polverini, Berlusconi.... La scaletta del degrado sociale e politico

leggi articolo su blog Paolo D'Arpini :
http://paolodarpini.blogspot.it/2012/09/cisnal-ugl-polverini-berlusconi-la.html#comment-form

Pur condividendo molte delle analisi contenute (che sono frutto di opinioni anche di altri ospiti del blog , ho ritenuto di commentare con il seguente intervento , peraltro molto gentilmente pubblicato) :

E pure io , normalmente , evito gli "scandaletti" come argomento primario . Figurati se difendo la Polverini e Cetica che firmò un tardivo (mi ero già dimesso) provvedimento collettivo di espulsione dalla Ugl nei confronti di dirigenti,anche confederali,della federazione statali . Che , tanto per far capire quanto spesso si parli e scriva a sproposito , era pure "rappresentativa" con i liberticidi parametri di questa democrazia .
E composta da molti dirigenti ed iscritti la cui storia personale ed ideologica , pur riferentesi alla Cisnal , non ha sicuramente bisogno di attestati e patenti sottoscritti da chicchessia . Anche perché , comunque la si pensi , nel Msi e nella Cisnal militarono decine , centinaia , migliaia tra morti , feriti , incarcerati , processati e denunziati e con la vita segnata per la loro appartenenza ad una ideologia . La rivolta di Reggio Calabria , comunque la si legga , vide la Cisnal protagonista ed in prima fila accanto al popolo. E non erano tutti edili . Che poi , come con il Msi , ci furono tradimenti , svendite e pure arricchimenti è ben noto agli "idioti" che ne fecero parte senza alcun beneficio personale . Ma che ciascuno guardi bene in casa propria .

                                                                          23.09.12

Atuttadestra :
http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/156547#comment-29682

MPN Puglia - intervista a Dario Miccheli ,Segr. Sicel :
http://mpncoordinamentoregionalepuglia.blogspot.it/

ISA Sindacato Autonomo - dichiarazione del Segretario Carmelo Cassia :
http://isasindacato.it/articolo/visualizza/357/alla-regione-lazio-quanti-sono-i-compagni-di-merenda/

Saul Arpino :
http://saul-arpino.blogspot.it/2012/09/il-giornaletto-di-saul-del-25-settembre.html


----------------------------------------------------------


Chi NON VOTA 
vuole il collasso del sistema.....
"democrazia in pericolo"

             MAGARI  !!


Prendo spunto da quanto scritto su Ragusa Oggi 
da Rosanna Bocchieri e leggibile sotto :

http://www.ragusaoggi.it/25390/elezioni-in-sicilia-simboli-ed-elettorato
                    
Alla accusa rivolta dall'autrice a quanti (numerosissimi)
si asterranno dal voto in Sicilia (ed a coloro che già lo hanno fatto in occasione di altre elezioni) di porre
"la democrazia in pericolo" , ha dato manforte pure un
altro cortese intervento che presuppone il "collasso"
del sistema in caso di aumento dello ASTENSIONISMO .

In sintesi , trattandosi di botta e risposta telematica , ho
ritenuto di difendere le ragioni di chi NON VOTA .

-
Davvero chi non vota è colpevole di avallare questo stato di cose ? Allora quando votavano percentuali bulgare di elettori si sarebbe dovuto raggiungere il Paradiso terrestre . No ? Non sfiora l'idea dei censori che ci sia un aumento sensibile di persone che , consapevolmente o meno , ritengano questo un "sistema" inadeguato , anzi nemico , delle proprie necessità di sopravvivenza ? E perché dovrebbero votare partiti e politici che , cambiando casacca e linguaggio , si ripresentano per difendere i loro privilegi ? Forse si vedono volti nuovi che nulla hanno a che fare con il passato remoto e prossimo ? Forse è consentito a chi si volesse presentare per la prima volta superare il famigerato sbarramento che è la negazione del concetto stesso di rappresentatività democratica ? Credo sia assolutamente lecito pensare che il non voto lasci sì una certa libertà ai "cattivi " di continuare a fare i loro porci comodi . Ma che , come dimostra pure l' Europa con il 60% di astensionismo , serva ad accelerare , con i dovuti tempi , il collasso di quello che si ritiene un falso sistema democratico

Che il sogno , mai tanto nascosto , di rappresentare un "pericolo per la democrazia " sia possibile realizzarlo ? La cortese risposta al precedente mio commento credo non lasci dubbi . Io ed i milioni di italiani che non andremo a votare (o che voteranno scheda bianca e nulla) porteremo , secondo le analisi dei gentili interlocutori al "collasso del sistema". Esattamente ciò che desidero avvenga nel più breve tempo possibile . Poi , si vedrà . A ciascuno il suo....-

Osservatorio Sicilia :
http://www.osservatorio-sicilia.it/2012/09/19/elezioni-siciliane-davvero-chi-non-vota-e-colpevole-di-avallare-questo-stato-di-cose/

MPN. Puglia :
http://mpncoordinamentoregionalepuglia.blogspot.it/2012/09/la-democrazia-in-pericolo-sic.html

Radio Patti :
http://radiopatti.wordpress.com/2012/09/20/elezioni-siciliane-davvero-chi-non-vota-e-colpevole-di-avallare-questo-stato-di-cose/


_________________________________________

Armistizio-1943-Castellano-Eisenhower-Cassibile
        8  settembre  1943



       
per non dimenticare....


...la data più infausta per la storia d' Italia non credo occorrano molte parole . Chi c'era ricorda benissimo cosa ha provato , pensato e fatto . Secondo necessità , opportunità e coscienza . Troppo grande , per il singolo individuo , il peso di quello accadimento . Troppe le strutture militari e civili lasciate allo sbando per valutare correttamente le conseguenze che lo "armistizio" riversò sui singoli componenti . Chi non c'era , perchè non nato , si è ritrovato questa data sul groppone come evento celebrativo della pre-resistenza da festeggiare però in sordina , quasi vergognandosi per la stessa enormità del (mis)fatto . Infatti , oggi , mentre il 25 aprile viene ancora omaggiato da sparuti gruppi di "nostalgici degli eccidi" partigiani con qualche rinforzo del regime partitocratico da allora vigente , l' 8 settembre non se lo fila proprio più nessuno . Nè gli eredi politici di chi accettò e firmò l'armistizio nè quelli militari , ben consapevoli di cosa abbia significato quell'atto per i codici di onore delle Forze Armate . Un tradimento , anzi "il tradimento" per eccellenza verso gli impegni presi . Quelli politici e militari verso un alleato , la Germania , che , fino al giorno prima , aveva visto morire i propri figli accanto ai camerati italiani proprio in difesa del territorio nazionale . Quello italiano , non quello tedesco . Dalla aggressione di quei nemici , gli "alleati" , che da un minuto all'altro divennero gli "amici" . Obbligando così "ufficialmente" chi aveva una divisa a sparare addosso allo alleato di ieri . Decisione vile , disonorevole , spregevole pure per la morale italica che alle giravolte era anche abituata . Scapparono poi tutti i protagonisti di questo tradimento e ripararono sotto le ali degli alleati anglo-americani . E solo il coraggio di Mussolini e dei Camerati di Salò riuscì , con la Repubblica Sociale Italiana , a ridare a tutto il popolo italiano parte della dignità e dello onore perduto l' 8 settembre del 1943 .


                                                      già edito 08.09.11
_____________________________________________




MASCALUCIA 3 agosto 1943 :

come si vuole costruire un mito .


Quello della prima "resistenza" di una intera cittadina
alla barbarie "nazista" .
I fatti di questo avvenimento storico minore , avvenuto 
alle falde dell'Etna , videro alla fine degli scontri ,
durati 4 ore (sembra proprio 4) , cadere 3 italiani e tra
6 e 9 tedeschi .
La dinamica esatta non credo sia mai stata ricostruita ,
ma tutto partì dal "sequestro" di una Gilera effettuato
da un militare tedesco ai danni di un soldato italiano addetto alle vicine fotoelettriche .
Il contro-sequestro effettuato da un militare italiano ,
armato , vide lo stesso cadere sotto i colpi del tedesco .
Successivamente alcuni militari germanici si presentarono ,
sicuramente con intenzioni non certo benevole , nella
villetta di un armiere catanese che , in un primo tempo ,
li respinse presentandosi armato assieme ai familiari .
Al secondo tentativo , però , i tedeschi spararono .
Uccisero uno dei familiari che , armatissimi , scatenarono un inferno di fuoco con l'arsenale che nascondevano dentro .
Quanti fossero stati i caduti tedeschi e dove poi fossero
finiti i corpi , non è mai stato dato sapere .
Per l'incrocio dei due eventi , parte della popolazione 
scese nelle strade ed , armi in pugno , iniziò un tiro al
bersaglio che , sicuramente , fece altre vittime tra soldati
germanici che si trovavano a transitare per Mascalucia .
Venuta meno , pur potendola tranquillamente effettuare e
vista la presenza successiva pure di mezzi corazzati ,
la effettuazione di una sanguinosa rappresaglia contro
la popolazione civile , i tedeschi alla fine si ritirarono 
verso Messina .

Nulla di più di quanto raccontato anche nelle cronache
di "La guerra a Catania" di Salvatore Nicolosi , cronista
di razza , edito da Tringale nel 1983 .
Anzi , in verità , una coda ci fù.......
Il giorno dopo cinque uomini di Mascalucia , noti a tutto
il paese , assassinarono brutalmente due "germanesi".
E , per dodici anni , la fecero franca .

Sindaco in testa , con l'immancabile anpi in appoggio ,
questo triste evento di "normale" brutalità di tutti
i fronti di guerra (alleati in Sicilia compresi) hanno cercato
e sperano tuttora , di trasformarlo nel 
"primo atto della resistenza italiana al nazismo" !!!!!

Mah ! Avranno le loro motivazioni e , peraltro , in Italia
è tutto possibile .
Anche che , ancora lontani dall' 8 settembre , invece
di celebrare quei militari italiani e tedeschi che coraggiosamente si battevano contro gli invasori alleati 
(che avevano continuato in quei giorni a bombardare militari e civili) si possa tramutare una piccola , ma
sanguinosa , scaramuccia in un atto degno di qualche
riconoscimento .
Conoscendo poi partigiani ed affini , figurati che sorpresa
sarebbe .
Quanto alle "celebrazione" di questa giornata , ognuno
celebri quel che meglio crede meritevole .
Una sola domanda , al sacerdote celebrante il rito
resistenziale : ha sentito il dovere morale e religioso
di ricordare pure le vittime tedesche , assassinate in
quei lontani giorni di agosto mentre , tutto sommato ,
si trovavano a difendere la Sicilia da una invasione straniera ?
Piacerebbe a me e pure ad altre persone avere una risposta .
                                                         04.08.12



Valdo Vaccaro :
http://valdovaccaro.blogspot.it/2012/08/storia-alterata-scritta-dai-vincitori-e.html


___________________________________________

roma_15_ottobre

collegato alla prima pagina 

scontri a Roma del 15 ottobre


un chiarimento necessario...

“..attendevo riscontri a quanto avevo già scritto sui disordini di Roma il 15 scorso. Apparentemente sono quelli che immaginavo. Scrivo “apparentemente” perché, in materia, non si può mai essere certi della verità. A mio parere, quanto accade in queste occasioni, specie quando vi sono centinaia di migliaia di manifestanti in gran parte pacifici, è, per modalità di preparazione e svolgimento, “identificabile” per la attribuzione. Ogni gruppo, gruppuscolo, più o meno numeroso, ha un “modus operandi” che deriva dalla propria storia, recente o passata. Sono “regole” costanti nel tempo che hanno trovato un adeguamento con l’'uso delle nuove tecnologie, internet, social forum, sms od altro. Ma le linee base restano sempre quelle: organizzazione in un mare di gente “disorganizzata”; un minimo di “coraggio” proporzionato alla capacità di risposta delle forze di polizia; una percezione esatta degli ordini “politici” impartiti alle stesse; una “copertura” politica, organizzativa, legale alle azioni violente poste in essere; una assistenza “sanitaria” per eventuali feriti che non devono finire in ospedale . C’è pure altro ma quanto sopra credo basti per “rendere l'’idea”. Cosa sto cercando di chiarire? Che, anche se sicuramente tra gli “indignados” era presente una gran maggioranza di persone “pacifiche”, una parte di queste costituiva “il mare” ideologico (si, proprio il tanto vituperato termine), pre-organizzativo (vedi le migliaia di bandiere rosse e quali esponenti politici partecipavano) nel quale i “pesciolini neri” hanno potuto nuotare indisturbati. E per certi ambienti “è solo l'’inizio”. Ecco spiegato pure perché, nel limite delle mie modestissime possibilità, ho tentato di spiegare “al colto ed all'’inclita” che la etichetta , stantia , di “fascisti e nazisti” data dai media ai cattivi, oltre ad essere fuorviante, costituisce la riproposizione di quanto accaduto negli anni ‘70… . Così, quando fatalmente prima o dopo ci scapperà il morto, torneremo indietro di fatto agli “anni di piombo”. Non che non possano esistere “manovre di regime” dietro questi fatti. Ma non dimentichiamo che, per la parte dell’'ambiente fascista non rinnegata e venduta, il regime è la stessa partitocrazia resistenziale insita nella repubblica. Quindi, per me e tantissimi altri, parte dal primo dei deputati della destra e termina con l'’ultimo degli appartenenti alla sinistra antagonista anarco-comunista….”
                                                  18.10.11

__________________________________________


                                 il  25 o il 18 aprile  ?

     per me....pari son  :  fango  !!   

 
               30.09.11


Che casino mediatico per la proposta di un deputato pdl , Garagnani , di abolire il 25 aprile quale festa nazionale e sostituirla con il 18 aprile . Celebrando così il voto del 1948 che (secondo lui) significò la vittoria della democrazia (cristiana) sul comunismo . Questione di opinioni e di formazione personale . Che sul "reo" si siano abbattuti gli strali della associazione partigiani , dei comunisti , dei "democratici" doc non può sorprendere . Manca ancora
Napolitano all'appello , ma presumo arriverà presto . Non è
mancato il richiamo dei media al "revisionismo fascista".
Ovviamente strumentale , fazioso e pure frutto di grande ignoranza . Premesso che è risaputo come venga considerato il 25 aprile dai "Fascisti" ovvero...fango della peggior specie , chiariamo che anche il 18 aprile 1948 trae origine e linfa vitale dallo stesso mese (e successivi) del 1945 . Vittoria degli alleati , fine della reale indipendenza nazionale , una catena di vendette sanguinose e "fuori tempo" , un referendum che punì (con imbroglio) la monarchia traditrice , una costituzione che restaurava lo stato liberal-capitalista e metteva al bando "transitoriamente" il Fascismo ed i Fascisti . Il 18 aprile 1948 altro non fu che una resa dei conti tra partiti e politici del comitato di liberazione  nazionale . Truccato pure esso dato che , con Yalta , mai i comunisti sarebbero potuti andare al potere in Italia . Quindi fango ulteriore sul fango primigenio del 25 aprile '45 . Nessuna differenza : con qualunque data è sempre la repubblica antifascista fatta di vecchi e nuovi partigiani .

____________________________________________







Ricordiamo tutti Francesco e gli altri
camerati assassinati
ringraziamo in ogni caso i politici che ne
onorano la memoria . 
Chiaramente sono le attività politiche , 
le leggi votate e promulgate , i giuramenti
di fedeltà alla costituzione antifascista ,
le indicazioni sul "male assoluto" e , non ultimo , le continue
manifestazioni di condivisione ai continui "lamenti" delle
comunità ebraiche in Italia e nel mondo (Onu e Nato 
comprese ) che identificano la attuale posizione di questi
"volenterosi" .
Queste sono le cose che ci dividono profondamente .
QUEI CADUTI ERANO TUTTI CAMERATI E LOTTAVANO
PER CAMBIARE ED ABBATTERE "IL SISTEMA" .
Non credo proprio che sarebbero stati berlusconiani ,
democratici ed antifascisti !!!!

_________________

Roma, croci celtiche in piazza Vescovio per ricordare Francesco Cecchin
Roma, croci celtiche in piazza Vescovio per ricordare Francesco Cecchin

Bandiere rosse con la croce celtica in piazza Vescovio a Roma per celebrare l'anniversario della morte di Francesco Cecchin, militante di estrema destra ucciso il 16 giugno del 1979 in circostanze mai chiarite dopo una lite verbale con esponenti del Pci. La decisione del sindaco Alemanno, amico personale di Cecchin, di intitolargli i giardini della piazza ha sollevato polemiche in città. Intanto in piazza è comparso uno striscione che recita "Onore a Francesco Cecchin".

__._,_.___

_____________________________________________






TUTTI  UNITI
APPASSIONATAMENTE :

ED I  SINDACALISTI  ?
















Il 18 giugno a Melfi si terrà una manifestazione unitaria di ambiente (almeno così fa intuire la locandina) sulla Socializzazione e sul mondo del Lavoro . Dato che , personalmente , alla attività politica di militanza ho sempre abbinato quella sindacale , inscindibile a mio parere dalla prima , ritengo utile ogni iniziativa che tratti di
Socializzazione . Pertanto propagando l'appuntamento . Nel contempo resto perplesso nel notare l'assenza dal numeroso listone organizzativo di sindacati e sindacalisti che , della Socializzazione e della politica sociale Fascista , hanno fatto il perno della loro azione . Ricavandone solo oneri e mai onori . Ce ne sono , non scrivo solo pensando a me . Se gli organizzatori li ignorano vuol dire o che
sono poco informati in materia oppure che li considerano
"ininfluenti" . Francamente...problema di vecchia data .    E , da sempre , me ne frego !


______________________________________________

Acca Larentia : cosa commemorano gli esponenti del potere ?             Il 7 gennaio 1978 , nella sede del MSI , venivano assassinati dalle brigate rosse Bigonzetti e Ciavatta mentre il camerata Recchioni veniva freddato da un ufficiale dei carabinieri con un colpo di pistola mirato , nel corso degli incidenti successivi . Camerata Recchioni , si proprio , come gli altri due . Perché Fascisti erano e tali si sentivano . E perché , in quanto Fascisti , sono stati assassinati . Magari , ma non credo , se fossero vissuti e cresciuti avrebbero abiurato il Fascismo seguendo Fini a Fiuggi e poi avrebbero scelto da che parte stare , nella faida politica con Berlusconi . Fini e il Berlusca però uniti nell' essere antifascisti . E ieri , leggo dal giornale , un ministro di questo governo , all'epoca forse neppure imberbe , si è recata ad Acca Larentia a "commemorare" . A parte il gesto , di umana comprensione , lo ritengo un insulto "politico" alla memoria delle vittime . Fasciste . Che da Fascisti e come Fascisti avrebbero dovuto essere commemorati . Spero che qualcuno abbia provveduto anche in tal senso . Per mia quota , nel deserto di una azione unitaria , lo ho fatto da lontano...ma in un desolante silenzio .                                                                          Vincenzo Mannello



FASCISMO , FASCISTI , CAMERATI e...magliari


Non essendo né un intellettuale né una persona di elevata cultura spero di riuscire ad andare al sodo specificando sinteticamente questi concetti : - Fascismo , ovvero il più moderno dei movimenti politici del '900 che , frutto della elaborazione del pensiero e della azione di Benito Mussolini con il fattivo concorso della esperienze più varie di altri personaggi di grande spessore portò , specie con la esperienza della Repubblica Sociale Italiana , al superamento dei principali modelli imperanti in quell' epoca ovvero liberalesimo , marxismo e capitalismo . Riuscendo a coniugare capitale e sociale , mettendo l' Uomo in quanto tale al centro della vita economica e politica si riuscì a sintetizzare Spirito e Materia , cioè i bisogni dell' anima e del vivere terreno , in una struttura articolata in Stato . Una impresa enorme che non potè ovviamente trovare compiuta realizzazione vista la situazione storica che portò ad una sconfitta militare ed al tragico epilogo della vita terrena dello stesso Mussolini . Quindi una certezza , almeno per quanto mi riguarda : né destra , né sinistra né , tantomeno centro . Il Fascismo è un' altra cosa , non collocabile in schemi precostituiti in quanto dinamico e sempre in Movimento . Chiaramente lo Stato Nazionale del Lavoro , le varie evoluzioni teorizzate dal Duce e da altri grandi cervelli , trovarono sbocco nei 18 Punti di Verona enunciazione , non solo teorica , dei pilastri dello Stato Fascista . E Fascisti possono definirsi ed essere definiti quanti , fin dal 1919 , aderirono e parteciparono a pieno titolo a questo progetto , prima ideale e poi politico , che andò a realizzarsi sia con la esperienza del Ventennio sia più compiutamente , come già scritto , nella Repubblica Sociale Italiana . Dall' inizio alla fine , sia ben chiaro , senza scuse di vario genere . Sempre Fascisti , ancora a mio modestissimo parere , vanno quindi anche considerati quanti , non avendo partecipato per ragioni anagrafiche a quella fase , abbiano però aderito lo stesso al progetto Fascista riprendendo le tesi pilastro della RSI , magari portando un contributo di nuove idee e cercando di adeguare più che altro la tattica ai diversi tempi e pure alle persecuzioni poste in essere dallo avvento del regime antifascista . Risulta pertanto evidente come Camerati e Fascisti debbano considerarsi quanti , anche se in modo diverso tra loro , pure tra eventuali contrasti su tematiche non fondamentali , abbiano scelto od abbiano continuato a scegliere il Fascismo della RSI come punto di riferimento . Coloro che hanno abiurato nel corso degli anni , più o meno pubblicamente , non possono e non devono , come pur fanno ancora in privato , definirsi Camerati . È una grande offesa alla memoria di Mussolini , dei Camerati caduti , in guerra e dopo , per un Ideale che certamente non tramonterà ma anzi troverà attuazione non importa quando . La forza delle idee va ben oltre lo scorrere del tempo . E quanti , tantissimi , hanno costruito le loro misere fortune politiche , economiche e sociali partendo dall ' essere Camerati e finendo con il far parte a pieno titolo di questo sistema di schifo , vero e proprio regime , passando dalla totale abiura delle proprie origini , altro non so come appellare , oltre che traditori e rinnegati . Forse , però , pure ...magliari !

______________________________________________

 
 
  Site Map